Prima Reunion

I Per I Recording Label “REPORTAGE”

Un ritrovo tutto made in Vinile per celebrare un anno di musica cantautorale

È stata un’atmosfera magica, quella della ventottesima edizione della Festa dell’uva, la serata targata I PER I RECORDING LABEL, la nuova etichetta discografica del Polo Artistico Vinile, che si è tenuta il sette settembre in Piazza di Collinaia alle ore 22:00 a Livorno. Un evento nell’evento quindi, piccoli commercianti e produttori locali immersi nelle note di una generazione cantautorale giovane e audace.

Si apre con un brano significativo per la città di Livorno che ricorda il disastro dell’alluvione del 2017:
in sottofondo, “Che vi piaccia o no”, mentre la madrina della serata, Tiziana Etna del Polo Artistico Vinile, introduce la storia dell’etichetta. Nata da questa canzone che vede la collaborazione di venticinque artisti labronici, si aggiunge in veste di copresentatore Mikol Zanni, in arte IKO , che poi si ripresenterà come cantautore. Tutto accompagnato, da Lorenzo Iuracà alla console come direttore e tecnico audio-visivo, presidente del Polo, affiancato da Andrea Prestianni. La parte di Audio Service invece ad Alex Mannari.
Un’iniziativa per la musica d’autore dove “ Ogni artista ha un proprio linguaggio e un proprio mondo ” afferma Mikol, e qui, Tiziana invita il primo ospite. Si tratta di Nicola Barontini in arte NICK, cantautore e chitarrista che nei suoi testi, si concede riflessioni sui primi tempi della giovinezza quando si andava a braccetto con la notte, nel brano “ Come si fa ”, e ancora “ Il giardino del locale ”, “ Aspetta ” e “ Pura Follia ” dove suona assordante la sua fantasia colorando il tempo come una magia.
Ed è la volta di Aurora Nannizzi una delle prime cantanti IPERI con la sua “ Un gran bel film ” dove nella sua testa l’amore dura per sempre e “ Amanti, Uomini, Animali ”. Aurora ha già vinto il Premio Critica 2019 di Radio Incontro di Pisa della diciassettesima edizione del Festival Nazionale per Brani Inediti.
Si procede con i FUORISAGOMA, giovane trio composto dal già conosciuto Nicola Barontini, Rachele Codevico alla voce e Saverio Cecioni alla chitarra. Già ben affermati nella classifica Indie, e a neanche a un anno dalla loro nascita, si propongono con un brano omonimo “ Fuori Sagoma ” per suggerire una vita semplice e vera, dove lasciarsi andare chiudere gli occhi e tenere stretti gli amici veri, farà vivere l’anima. Il loro secondo singolo “ Non parlerò ” è un invito alle persone di non arrendersi all’omertà e qui, Rachele propone una canzone da lei scritta: “ Caffè ” , semplice e stimolante pensiero su come passare una parte del quotidiano.

Successivamente si aprono delle esibizioni, nelle quali IKO, spogliatosi temporaneamente delle vesti di presentatore, insieme a Iuracà e Etna parlano di una delle tantissime attività prolifiche che si sono tenute al Vinile: si tratta di Give Me Song Lovin’ un nuovo format televisivo dove in ogni puntata artisti da tutta Italia raccontano le storie di come sono nate le loro canzoni.
Già … ma come nasce una canzone ?
Non serve forse una sincera e limpida passione ?
Ed è qui che Zanni, uno degli artisti che hanno ispirato Lorenzo nella creazione della IPERI Recording Label, entra in scena.
Con NICK alla chitarra elettrica, Stefano Silvestri al basso, l’autore spiega la scelta semantica e simbolica del suo nome, si presenta alla tastiera incominciando con “ Tu ”, personalissima, intima e delicata dedica a qualcuno di speciale. IKO va avanti con “ Copriti le spalle ” perché tutto prima o poi passa, per adagiarsi sulle note che omaggiano la bellezza dell’arte e del mondo femminile con la sua “ Venere ”.

Con il pubblico emozionato, sempre più stupito e numeroso, il palco dovrà ospitare uno dei suoi protagonisti maggiori. Come produttore di questi artisti e organizzatore di questo evento, si è mostrato nella sua indole più naturale, la natura del musicista. LO IURA, precisamente Lorenzo Iuracà: cantautore , produttore musicale, presidente e direttore del Polo Artistico Vinile, si esprime come meglio sa fare. Parte con “ L’Asso ”, una sfida eterna con se stesso a tirare i dadi per la sorte del proprio destino, va avanti con il sentimento comune a qualsiasi persona, espresso nel brano “ Ho paura ” e, sperando di non lasciarsi andare a questa, si risana con “ Quando non parli ”.
Come ultimo tassello di una serata all’insegna della promulgazione artistica e cantautorale, LO IURA si affianca a Alberto Mezzetti, vincitore della quindicesima edizione del Grande Fratello.
Lo Showman di Viterbo si esibisce in un genere diverso, un qualcosa che accarezza il Lounge sfiorando lo psichedelico, e per quest’ultimo ci si riferisce al messaggio del suo inedito: “ I Love My Phone ”. Sicuramente Mezzetti, sensibile alla comunicazione dei tempi moderni, vede il telefono di oggi come qualcosa di inesorabilmente dannato e utile.

L’etichetta non gode solamente di tutti questi artisti ma anche di tecnici di alto livello, come la Video Maker del Vinile, Veronica Metalli, formatasi presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara. L’alta qualità di esecuzione nei suoi video, accompagna la musica sincera, vera e profonda di questi cantautori, che siamo sicuri rivedremo presto.
La IPERI, che letteralmente significa Inediti per Interpreti, come nuova creatura del Polo Artistico, è una realtà che si propone di essere un nuovo centro propulsore della filiera culturale musicale, che Livorno e la Toscana hanno nella storia della loro tradizione e, forte di questo iniziale successo, attendiamo con entusiasmo i nuovi progetti.
Un grandissimo augurio di buon proseguimento al Polo Artistico Vinile, a tutto il suo staff e ai sognatori di nuove realtà.
Un grazie alla Festa dell’Uva per la possibilità di collaborazione e soprattutto grazie al pubblico e alle persone, perché è solo tramite il loro interesse, che la passione per la musica potrà continuare nella vita di tutti i giorni.


Paolo Cavaleri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *